Davide Giacometti

CORSO DI TEATRO DI SOPRAVVIVENZA

Pulcinella (Michele Mori) - Arlecchino (Davide Giacometti)

TEATRO DI SOPRAVVIVENZA:

l’esigenza di essere comico

commedia dade michi 2

IL LABORATORIO

Il laboratorio guiderà gli allievi attori in una messa in gioco costante attraverso giochi ed esercizi basati sull’improvvisazione, sull’espressione corporea e sui vari livelli di comunicazione. Nel teatro popolare ognuno sfrutta al meglio le proprie qualità, sviscerandole, esplorandole ed esaltandole per farle poi vivere nella scena: il gruppo di lavoro, tramite gli esercizi, sarà portato a sfruttare i punti di forza di ognuno; i partecipanti saranno condotti a mettere in gioco le loro caratteristiche nella creazione di un linguaggio comune. Prima di recitare bisogna (ri)imparare a giocare. A lasciarsi andare, a essere liberi: dai giudizi, dalle critiche, dalle costrizioni; liberi nella voce, nel corpo, nello spazio, nelle relazioni con gli altri. Conoscere i propri limiti e le proprie forze. Dare libero sfogo alla creatività. “La comicità è una cosa seria”, servono delle regole e dei codici che permettano all’attore di costruire una situazione comica. Il metodo fondamentale del lavoro sarà l’improvvisazione che darà libero sfogo alla fantasia e ai meccanismi della risata.

QUANDO: da venerdì  7 a domenica 9 Giugno 2019
ORARI: venerdì dalle 18.00 alle 22.00, sabato e domenica dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
COSTI: 130 euro a persona (il corso partirà con una presenza minima di 10 partecipanti)
LUOGO: associazione Rabbit Hole via Martiri di Marzabotto 48, San Zeno di Cassola (VI)
INFO E ISCRIZIONI: per ulteriori informazioni e iscrizioni contattare Barbara Scalco al numero 347 7468729 o all’indirizzo associazione@rabbithole.it

INSEGNANTI

Michele Mori attore diplomato presso la scuola di recitazione Laboratorio 9 di Firenze (la Limonaia). Si specializza nella commedia dell’arte e nel teatro popolare con i maestri: Marcel Marceau, Alessandra Galante Garrone, Marcello Bartoli, Carlo Boso (Accademie International Des Arts du Spectacle di Parigi), Paco Gonzales (Familie Floez), Pierre Bylan e con Jos Houben e Christophe Marchand (Ecole Jacques Le-coq di Parigi). Si laurea in Musica e Spettacolo presso l’Università di Siena e consegue il Master in Creatività e crescita personale attraverso la Teatralità, all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2006 al 2016 collabora con la Compagnia Ma.Te. Manufatti Teatrali prendendo parte a diverse produzioni di teatro per l’infanzia. Collabora, in veste di attore, con le Compagnie VeneziaInScena, Nata e Teatro Insonne. Nel 2012 fonda e dirige il Teatro Virginian di Arezzo. È direttore artistico del Festival di Teatro per ragazzi e famiglie: Briciole di Fiabe. Dal 2015 inizia a lavorare con il Teatro Stabile del Veneto prendendo parte agli spettacoli: “Arlecchino il servitore di due padroni”, regia di G. Sangati e “Arlecchino furioso”, regia M. Zoppello. È tra i fondatori della Compagnia Stivalaccio Teatro con la quale attualmente lavora portando avanti un lavoro di ricerca sul teatro popolare e il teatro ragazzi.

Davide Giacometti nasce a Padova nel 1980 dove tuttora vive e lavora. Nel 2003 viene ammesso a frequentare la Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine dove nel 2006 consegue il diploma di attore. Durante il percorso formativo ha avuto modo di studiare con pedagoghi e registi internazionali tra cui Jurij Alschitz, Maurizio Schmitd, François Kahn, Maril Van den Broek, Pierre Byland e Arturo Cirillo. Dopo l’Accademia continua a formarsi seguendo laboratori e seminari con Emma Dante e Paolo Rossi. Collabora col Teatro Out Off di Milano con le regie di Lorenzo Loris e con diverse compagnie di Commedia dell’Arte, tra cui Stivalaccio Teatro, VeneziaInScena, Commediais e Khalambur. Nel 2006 con lo spettacolo “Il Trionfo della verità” vince al FIST di Belgrado il premio come miglior spettacolo votato dalla critica e miglior spettacolo votato dal pubblico. Nel 2007 con lo spettacolo “Don Giovanni e il sogno delle donne” vince l’Encomio del Rettorato per l’effetto artistico del lavoro pedagogico al Festival Internazionale delle Scuole di Teatro a Varsavia. Nel 2009 con “Buk” regia e drammaturgia C.Donada, D.Giacometti, E.Marinoni, A.Tedeschi, vince il Primo Premio della Critica al Concorso “Giovani Realtà” di Udine. Attualmente collabora con la Compagnia Stivalaccio Teatro in qualità di attore e formatore teatrale.

Per saperne di più di Stivalaccio Teatro clicca QUI
Per saperne di più dell’Associazione Rabbit Hole clicca QUI

 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *