Non voglio andare a scuola di Alberto Pellai e Barbara Tamborini è una storia illustrata per il bambino e una guida per il genitore. Come bisogna fare per sostenere vostro figlio nelle piccole e grandi sfide dell’infanzia? Il libro è consigliato a tutti i bambini che fanno i capricci per andare alla scuola dell’Infanzia ma soprattutto a chi deve ancora cominciare a frequentarla.

Tutto è pronto per il primo giorno di scuola! Nuovi amici, tante cose belle da imparare e la consapevolezza di diventare grandi. Ma se il bambino proprio non sente ragioni e in aula non ci vuole entrare, che si fa? Ogni volume di Piccole Grandi Sfide non è solo un libro illustrato, né solo un manuale, bensì entrambe le cose. Un doppio strumento per vincere le sfide evolutive su un terreno d’incontro fra i pensieri del bambino e quelli dell’adulto in cerca delle parole giuste da usare. Un prezioso alleato della crescita, perché i traguardi della vita valgono di più se raggiunti insieme.

Alberto Pellai è medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, è ricercatore presso il dipartimento di Scienze Bio-Mediche dell’Università degli Studi di Milano, dove si occupa di prevenzione in età evolutiva. Nel 2004 il Ministero della Salute gli ha conferito la medaglia d’argento al merito della Sanità pubblica. Guarda QUI il suo blog.

Barbara Tamborini, psicopedagogista, autrice di diversi testi sull’età evolutiva, ha vinto il Premio Giovanni Arpino inediti. Ha pubblicato Reality mamma e vari libri con Alberto Pellai, tra cui Vi lasciate o mi lasciate? Come spiegare a un figlio la separazione dei genitoriQ.A.F. Quoziente autostima famigliarePerché non ci sei più? Accompagnare i bambini nell’esperienza del lutto.

Potete accuistare QUI il libro anche nella versione ebook se preferite

Vi riporto qui sotto il video della mia interpretazione di lettura, consigliato a tutti i bambini e a chi non ha mai smesso di esserlo.

Non voglio andare a scuola di Pellai e Tamborini, legge Davide Giacometti

Altre letture:

Di che colore è un bacio | Il litigio | HOME

One Comment

  1. Pingback: IL LITIGIO DI CLAUDE BOUJON - Davide Giacometti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *